Sigmund Freud University è un’Università privata dedicata alle scienze psicologiche nata a Vienna nel 2005 e ora presente anche a Milano.

La sede di Milano offre corsi di Laurea Triennale in Psicologia e corsi di Laurea Magistrale in Psicologia clinica con titolo riconosciuto in Austria e in Italia.

L’Università Sigmund Freud di Milano organizza Giovedì 19 maggio 2016 presso la sede di Ripa di Porta Ticinese, 77, un OPEN DAYvolto a presentare l’offerta formativa del corso di Laurea Triennale in Psicologia.

Nel corso della giornata gli studenti ospiti potranno partecipare ad alcune lezioni tenute dai docenti del corso di laurea.

 

Programma:

Ore 14,30-15,00 – accoglienza e presentazione del corso di Laurea Triennale in Psicologia a cura del professor Gabriele Caselli; saranno illustrati i tratti distintivi dell’Università e del programma della laurea triennale, come il costante collegamento dei contenuti di tutti gli insegnamenti con l’attività pratica che caratterizza la professione dello psicologo (alla pratica è infatti riservato oltre  il 40% delle ore di lezione), il percorso formativo personalizzato e su misura, i soggiorni di studio a Vienna, nel corso dei quali gli studenti partecipano a lezioni, workshop e gruppi di ricerca internazionali;

Ore 15,00-16,00 – La psicologia tra natura e cultura, professoressaSimona Scaini: sarà illustrato il ruolo che genetica e ambientesvolgono nello sviluppo umano attraverso l’analisi dei concetti di correlazione e interazione gene e ambiente alla luce della recente letteratura scientifica;

Ore 16,00-17,00 – Perché ho l’ansia?, professoressa Rosita Borlimi: saranno presentati i  rapporti esistenti fra pensieri, emozioni e comportamenti, le cause più comuni dei disturbi d’ansia e le strategie per diminuire i sintomi e ridurre i comportamenti disfunzionali;

Ore 17,00-17,15 – pausa;

Ore 17,15-18,15 – Videogame e psicologia, professor Gianni Brighetti: saranno illustrate alcune applicazioni tecnologiche digitali (videogame, apparati WIFI, strumenti telematici e 3D, smartphone, tablet…) utilizzate dalla ricerca psicologica per favorire sia i processi diagnostici sia quelli terapeutici per la comprensione e la cura del disagio mentale, nella consapevolezza che uno dei compiti dello psicologo del futuro sarà  non solo quello di padroneggiare, ma e in qualche caso anche quello di costruire “app” utili nel percorso terapeutico.

Maggiori informazioni sul sito dell’università